Precauzioni contro i fulmini

Prima di tutto sfatiamo un mito; i fulmini non si possono catturare, infatti non è possibile prevederne con esattezza il punto di caduta, E' vero che quando è presente un edificio più alto o un promontorio è più probabile che la controscarica parta dalla loro sommità ma non è possibile dare una certezza. La corrente del fulmine si propaga attraverso i conduttori presenti nella struttura per poi scaricarsi a terra, ed è quindi ovvio che tutti i materiali conduttori presenti nell'abitazione svolgono un loro compito (captatori, potenziali calate impianto di terra etc.) Per preservare gli impianti interni, l'obiettivo principale è far sì che la corrente di migliaia di Ampere giunga a terra con il percorso più breve possibile, attraversando i conduttori posti sul perimetro dell'edificio.

Facendo riferimento alla norma CEI 81-1 si possono impiegare come captatori anche componenti esistenti nell'edificio (coperture metalliche, grondaie etc.) a patto che rispettino specifici requisiti. Questi captatori devono essere opportunamente collegati alle calate garantendo la loro continuità elettrica sino all'impianto di terra. Nel caso di tetti in legno potrebbe rivelarsi utile prevedere un sistema di rilevazione incendi.

Scaricatori di sovratensione

Gli effetti della corrente del fulmine sono innanzitutto di natura termica, un secondo fenomeno legato all'elevata intensità della scarica è la formazione di un campo elettromagnetico indotto, che abbraccia l'intera struttura. Questo campo provoca la formazione di sovratensioni e scariche secondarie nei circuiti elettrici interni, evento questo che coinvolge le apparecchiature elettroniche, molto sensibili agli sbalzi di tensione. Per evitare i danni provocati da questi fenomeni si ricorre all'installazione di scaricatori di sovratensione sui circuiti potenzialmente a rischio. Questi dispositivi, denominati Spd, si comportano come interruttori. In condizioni normali separano due elementi dell'impianto a diverso potenziale. Quando la tensione ai capi dello scaricatore supera una certa soglia, il circuito viene chiuso automaticamente collegando le parti dell'impianto. L'Spd viene installato come evidenziato nello schema sottostante

Solitamente gli Spd vengono installati a monte dell'interruttore differenziale generale, in modo da evitare lo scatto intempestivo dell'interruttore stesso. Ovviamente le scelte impiantistiche dipendono da caso a caso e sono comunque analizzate dalla norma CEI 81-8, i nostri progettisti si avvalgono di specifici software in grado di affrontare in maniera opportuna tutte le situazioni.

 

Varie

In parallelo all'attività impiantistica e di progettazione particolare cura viene riservato al servizio di assistenza e manutenzione. Tutti i lavori vengono eseguiti esclusivamente da personale interno, addestrato ad operare con efficienza causando il minimo disagio al cliente e lasciando il cantiere, al termine delle operazioni, in perfette condizioni.